Posted on Ott 27, 2016

È arrivato quasi inaspettato Nightmare, il nuovo CD della Fabio Marza Band. Tutto nasce da una serie di date del recente tour estivo quando, in un caldo mezzogiorno di fuoco romano la band viene derubata, nella capitale, di tutti gli strumenti. Un danno non solo economico ma, anche (se non soprattutto) personale, di quelli che tocca i sentimenti propri perché gli strumenti musicali per un musicista sono come dei figli. Fortunatamente alla rabbia e allo scoramento iniziale è seguita quella carica di adrenalina necessaria per avere quella che è la più positiva delle reazioni: ritornare in studio di registrazione e fare un nuovo disco che li portasse fuori da quell’incubo (Nightmare, appunto) di questa bruttissima esperienza romana.
Un po’ tutti ci siamo rimboccati le maniche e, grazie all’utilizzo di Musicraiser, siamo riusciti a trovare le forze per calarci nei Buskers Studio di Rubiera (MO) dove, con il fondamentale contributo tecnico di Fabio Ferraboschi (Bronski) e Federico Galazzo, le 8 tracce di Nightmare hanno visto la luce. Un disco tosto, arrabbiato e con la giusta atmosfera – tipicamente Southern – questo quarto capitolo della giovane Fabio Marza Band che vede 7 brani originali e 1 sola cover a testimonianza della maturità raggiunta dalla band on the road ormai da 8 anni, nonostante la giovane età dei componenti. Fabio Marza con la sua chitarra e voce blues è perfettamente supportato dalla bella e brava Greta Bragoni ai cori e voce solista, mentre gli stantuffi Fabio Mellerio e Max Ferrauto, rispettivamente al basso e alla batteria, pompano carbone nella locomotiva FMB lanciata a tutta velocità lungo i binari del Rock Blues. Ospite d’onore l’amico Maurizio Pugno che presta la propria chitarra nella toccante “Old Proud Man” oltre a spendere bellissime parole nelle note di copertina.

Per info e booking: info@a-zblues.com