Posted on Nov 17, 2017

Acousticology 2017

Dopo il grande successo delle precedenti tre edizioni, torna Acousticology, l’evento dedicato alla musica acustica ideato dal bravissimo Ciosi che ne ricopre anche la veste di produttore e di direttore artistico. Sede di questa quarta edizione sarà il prestigioso Teatro Dante di San Pietro di Legnago (VR) capace di garantire la perfetta acustica necessaria per un festival che si basa sulle magnifiche sonorità che sanno regalare i vari legni con i quali sono costruiti gli strumenti acustici. L’edizione 2017 avrà come protagonista l’Arpa Celtica, conosciuta anche come Arpa Bardica, strumento di rara bellezza che nelle mani del maestro Vincenzo Zitello saprà regalare al numeroso pubblico grandi emozioni grazie al suo talento, puro ed unico. Sarà l’occasione, anche, per presentare il suo ultimo disco intitolato “Metamorphose” dove ci potrà illustrare la propria carriera culminata con le collaborazioni con importantissimi artisti tra cui Fabrizio De André, Ivano Fossati, Franco Battiato e Rossana Casale. Altro “special guest” sarà il Quintetto Celtico fondato e diretto da Monica Bulgarelli che ci presenterà i giovani allievi che meglio si sono contraddistinti con violino, arpa celtica, violoncello e chitarra. Un quintetto che ci presenterà il nuovo album “Welcome” contenente brani provenienti dalle tradizioni anglo-scoto-irlandesi e classici del folk americano. Da Milano saranno ospiti di Acousticology anche la San Brulli Stringband, che presenteranno una carrellata storica dell’evoluzione della musica americana – dalle origini irlandesi fino all’hillibilly – passando per il cruento periodo coinciso con la Guerra di Secessione, il tutto con strumenti della tradizione come bodhran, bouzouki, violini, banjo e mandolino, oltre alle voci.

Ma ci sarà anche un grande spazio dedicato alla chitarra con la presenza di Gabriele Dusi, giovane e promettentissimo chitarrista fingerstyle veronese, che si sta facendo conoscere dal grande pubblico con la sua grande tecnica ricca di feeling che si rifà in parte a quella dei suoi eroi del passato. Sarà questa la giusta occasione per presentare il suo nuovo album “Startin’ Point” dove emerge il suo amore per artisti come Doc Warson, Chet Atkins, Merle Travis, Jerry Reed e “Mississippi” John Hurt. Se Dusi è un grande alla chitarra fingerpicking Ciosi è un vero fenomeno nello stile flatpicking, quello nato sui monti Appalachi per accompagnare i vari strumenti nell’Old-Time music facendo ben presto diventare la chitarra uno degli strumenti principali nella musica americana. Federico Franciosi, in arte Ciosi, ha fatto suo questo stile, personalizzandolo per creare la sua musica che, pur partendo dalle giovanili influenze di artisti fondamentali come Doc Watson, Norman Blake, Tony Rice fino al più recente incontro con David Grier, risente delle sue passioni anche per il jazz, il blues e la musica popolare argentina, terra delle sue origini. Uno spettacolo di Ciosi è una vera esperienza, dove la simpatia dell’artista va di pari passo con la bravura; grande tecnica chitarristica abbinata ad una bellissima voce che sa raccontarci le sue storie con grande enfasi. Acousticology aspetta il suo pubblico ancora una volta consapevole che assisterà ad un grande spettacolo di musica rigorosamente acustica.

Sabato 2 dicembre | Teatro Dante | San Pietro di Legnago (VR) – via Verona, 8

Info e prenotazioni: 338 4293 243 | info@ciosi.it

Ciosi - produttore e direrttore artistico di Acousticology

Ciosi – produttore e direrttore artistico di Acousticology