Ciosi live at Rootsway_foto Antonio BoschiL’italo-argentino Federico Franciosi, in arte Ciosi, è un cantante e chitarrista acustico flatpicker con un viscerale amore per la musica. Le caratteristiche principali dello stile di Ciosi sono la sua tecnica flat-style pulita, un’anima compositiva intensa e uno spiccato senso melodico. Caratteristiche che rendono la sua espressione musicale un’esperienza sognante e profonda, capace di svelare nascoste isole di pensiero ed emozioni segrete. Instancabile lavoratore, nonostante la giovane età, vanta una carriera quasi ventennale contando ad oggi oltre 150 concerti l’anno tra palchi di club e festival sia in Italia che all’estero tra Europa e America sia come one man band che accompagnato dal contrabbassista Bruno Bonarrigo e da percussioni. Insomma, un musicista che ama sperimentare nuove sonorità e che intreccia nella sua stessa musica il suo vissuto, la sua storia, i suoi sogni, dove – grazie al suo carisma e alla sua trascinante simpatia – riesce a garantire intrattenimento e coinvolgimento per ogni tipo di pubblico. Dopo due ormai introvabili Ep Far Apart (2009) e Beautiful Infinity (2011) registrati in Argentina, nel 2015 realizza il suo primo concept album My First Time, dove Ciosi propone undici pezzi in solitario flatpicking: nove gli originali e due cover realizzate in onore di due maestri della chitarra: Beppe Gambetta (“Slade Stomp”) e Massimo Varini (“Andrà Tutto Bene”), un lavoro che spazia dal blues al jazz, dal bluegrass al pop, con forti influenze acoustic-folk. Ma è con l’ultimo album Into The Wild Session (2016) che Ciosi ottiene ancora maggior attenzione negli ambienti di settore italiani ed europei che lo annoverano tra i migliori esponenti della cultura e del chitarrismo legato alla tecnica del flatpicking mediterraneo con evidenti influenze dal patrimonio dell’American Music che vanno dal blues, al country e bluegrass sulla scia dei Maestri del Folk bianco come Doc Watson, Norman Blake, Tony Rice e David Grier. Di sua ideazione è Acousticology una rassegna teatro-musicale che prevede il coinvolgimento dei maggiori esponenti internazionali della musica acustica.