Banner-Maurizio-BestettiMaurizio Bestetti può essere tranquillamente annoverato tra i “dinosauri” del blues italiano avendo, alle spalle, una lunghissima carriera iniziata nel lontano 1964. Milanese di nascita nel 1970 entra a far parte del leggendario gruppo di Cooper Terry, esperienza durata per ben 5 anni, per passare ad una serie di esperimenti nei 3 successivi anni di pausa dal blues al quale è ritornato nella sua unione con Gigi Cifarelli e Michele Bozza nel progetto Tre Castelli Blues Band, la celebre house band del Capolinea Club, noto tempio del Jazz milanese. Nel frattempo Maurizio ritornò al fianco dell’amico Cooper Terry nella Blue Phantom Band alla quale seguirono diverse e sempre più stimolanti collaborazioni con artisti del calibro di Louisiana Red, Tony Scott, Louis Hayes e Aida Cooper. Nel 1994, grazie all’incontro col bassista Gigi Bonomelli e col percussionista Riccardo Orsi, Maurizio abbandona ogni forma di Rock Blues e Rhythm’n’Blues per concentrarsi sul suono tradizionale del Downhome Blues col trio semi-acustico Blues Power col quale farà un interessante excursus nella musica del Delta del Mississippi e del primo periodo del Chicago Blues riportando in vita vere leggende del blues come Blind Willie Johnson, Robert Johnson o Tampa Red in quel periodo messi in ombra dal blues di matrice più rock. Un progetto dove i volumi si abbassavano creando la giusta atmosfera che permettesse, anche, di poter descrivere e narrare alcune vicende legate al blues e ai suoi principali protagonisti, come ben testimoniato nel CD uscito nel 1998 e pubblicato da Saar Records. Questa esperienza porterà i Blues Power ad esibirsi su alcuni dei principali palchi nazionali ed esteri riscuotendo sempre grandissimi apprezzamenti per la qualità del suono di questa, ormai, rodatissima band. Nel 2001 ci fu un avvicendamento all’interno del gruppo con l’uscita di Gigi Bonomelli rimpiazzato dal basso più jazzato di Roberto Zecchinelli, subito in grado di inserirsi nel suono di “Best” e Orsi. Con questa nuova line-up la band accompagnò artisti di fama internazionale come Carl Wyatt, Louisiana Red, Chicago Bob Nelson, Lincoln Beau Beauchamps, Blue Lou Marini, John Tropea, Rusty Nube, Eric Udel, Lee Winkelstein, Larry Farrell, oltre al grande Bob Margolin. Maurizio Bestetti viene nominato, nel 2003, per gli Italian Blues Awards e inserito nel sito Blues&Blues tra i primissimi esponenti del blues acustico, grazie alle sue doti chitarristiche. Nel 2006 Mario Punzi sostituì Orsi alla batteria e la band ha continuato ad esibirsi presentando nelle loro performance brani divenuti dei classici della musica moderna grazie a Willie Dixon e Muddy Waters con interpretazioni rese con naturalezza e sorprendente originalità andando a sottolineare quegli aspetti che sono l’essenza del blues. Come progetto parallelo Maurizio Bestetti si propone con una interessante ensemble che propone un repertorio jazz e blues assieme a Michael Loesh (Hammond Organ) e Enrico Tommasini (batteria), due apprezzati jazzisti, coi quali ha anche pubblicato il CD “Best & Blues Power – Walkin’ Man” (2013) a nome di Maurizio “Best” Bestetti & Blues Power.

Per ulteriori info e contatti

Contatti
Per tutte le informazioni sul mondo A-Z Blues compila la form oppure inviaci una email a: info@a-zblues.com
Inserisci il tuo Nome
Inserisci il tuo Cognome
La tua Città
Inserisci una tua email valida alla quale potremo rispondere
Indicaci un tuo recapito telefonico
Scrivici le tue impressioni o quesiti.