Posted on Apr 27, 2020

CINQUE APPUNTAMENTI IN STREAMING CON UN RICCO CALENDARIO DI MUSICA E OSPITI IN DIRETTA LIVE.

La musica unisce, non divide!
Da qui è nata l’idea di un palco virtuale per portare il blues nelle case di tutti. Dopo aver annunciato la sospensione dell’edizione 2020, Beppe Granieri, il direttore artistico del Bitonto Blues Festival, assieme al suo staff, ha prontamente lanciato il format web tv Pandemusic Edition che inizierà ufficialmente venerdì 1 Maggio 2020 alle ore 18:30, in diretta streaming attraverso le pagine social del festival. Cinque puntate a cadenza settimanale che coinvolgeranno oltre 50 artisti che hanno fatto parte delle line-up delle precedenti edizioni del festival, tutti riuniti sotto il motto #staywithus.

Bitonto Blues Festival
 

In ogni puntata saranno presenti sette artisti in collegamento video direttamente da casa, introdotti dallo storico presentatore della kermesse Pierluigi Morizio. Tra le esibizioni, sono previsti numerosi collegamenti esterni con alcune delle voci più autorevoli del blues e personalità importanti del panorama artistico, culturale e sociale italiano. Ospiti della prima puntata: Lorenz Zadro, presidente dell’associazione Blues Made In Italy e Raffaello Tullo, showman, attore e cantante, molti altri sono attesi nelle prossime puntate. Il format prevede una raccolta fondi, attraverso libere donazioni per l’Ospedale Policlinico di Bari, che verrà impiegata per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e respiratori, per i medici della terapia intensiva

Per l’occasione il Bitonto Blues Festival ha aggiornato il proprio concept grafico, sviluppato egregiamente dal direttore creativo Marco Vacca, insistendo sul valore della condivisione e della speranza. “La musica aggrega, non separa – spiega il designer del BBf – la musica parla una sola lingua universale, si tinge dei colori di un popolo, si mescola e dà vita ad altre sfumature. Si contagia per via multisensoriale, si riproduce e fa il giro del pianeta, lasciando dietro di sé un’unica immensa scia benefica che ho chiamato pandemusic. Questo sarà il nostro modo di stare con voi, ecco lo “stay with US”: seguite questo evento insieme a noi.

L’emergenza ha stravolto i nostri piani e ci ha costretto a sospendere l’edizione live di quest’anno – spiega il direttore artistico Beppe Granierima nelle crisi bisogna sempre intravedere le opportunità: con la “Pandemusic Edition” proveremo a portare un po’ di gioia nelle case del nostro pubblico. È il nostro modo per ringraziare quanti ci sono stati fedeli sin dalla primissima edizione, nonché dare un contributo e sostegno alle strutture ospedaliere attive sul territorio”.

Convinti che in un momento così difficile, la musica sia il linguaggio più potente per continuare a fare comunità e sostenere quanti stanno combattendo la battaglia contro l’epidemia di Codid-19, la direzione del festival ha deciso ha deciso di unire al format ad una raccolta fondi per la struttura ospedaliera pugliese Policlinico di Bari, per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e respiratori, utili ai medici del reparto di terapia intensiva. (Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico di Bari – Iban: IT10D0526279748T20990000520).