Sara Bao è una giovane promessa del giornalismo musicale? Lo scopriremo col tempo, intanto le avvisaglie per poterla inserire nella lista delle figure da seguire ci sono tutte. La giovane blogger bassanese, infatti, oltre al proprio progetto Baoblog RocknRoll398 può vantare collaborazioni con la storica rivista Il Blues e con Mescalina, insomma una partenza che fa ben sperare.

Ma tra i sogni e i progetti di Sara c’era – molto concreto – quello di scrivere un libro, una sorta di compendio alla sua tesi di laurea, ma affrontare l’attuale mondo dell’editoria senza le necessarie conoscenze rischiava di far slittare i tempi di realizzazione di questo piccolo sogno e, si sa, i giovani hanno voglia di bruciare le tappe. Per cui, lo scorso ottobre, aveva aperto un crowdfunding su Produzioni Dal Basso per raccogliere quanto necessario per riuscire a pubblicare e stampare Voodooblues – Il misterioso caso di Robert Johnson. Incroci religiosi e musicali tra Africa, America e Italia.

L’obiettivo economico di base era fissato a 2.500 euro, ma le sue aspettative sono state ampiamente superate. Infatti, ieri il suddetto crowdfunding si è concluso con un picco finale di donazioni per una cifra ben superiore ai 3.500. Entusiastica la partecipazione di molti appassionati a questa iniziativa: alla raccolta fondi hanno risposto in oltre 120 appassionati acquistando non solo il libro, ma anche le diverse ricompense a tema ideate e realizzate da A-Z Blues: t-shirt, tazze, mascherine e copie autografate sono state davvero molto apprezzate!

Il progetto ha suscitato curiosità e interesse non solo in Italia, ma anche all’estero. Infatti, sono stati parecchi anche coloro che hanno voluto sostenere l’iniziativa dall’estero, acquistando il libro e i vari gadget, dagli Stati Uniti, Svizzera, Francia e Germania.

Sara Bao, laureata al DAMS di Padova con una tesi su Robert Johnson, ha capito che il lavoro di approfondimento sul bluesman, fatto in occasione della ricerca legata al suo percorso universitario, non poteva concludersi lì. Così, per i tre anni successivi, ha portato avanti le ricerche per scavare nei territori di alcune tradizioni religiose Africane e Sudamericane molto particolari, come il Voodoo e il Candomblè. 
Dopo mesi di approfondimenti Sara ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissata: unire due ambiti apparentemente lontani tra loro, Blues e Religione, per cercare di capire il nesso che lega i rituali religiosi al genere musicale del Blues e in particolare alla storia, o leggenda che dir si voglia, di Robert Johnson.

Così è nato Voodooblues – Il misterioso caso di Robert Johnson. Incroci religiosi e musicali tra Africa, America e Italia, tra mille domande e tanta curiosità. Il libro ha come tema centrale il celebre bluesman del Mississippi, ma l’attenzione si focalizza anche e soprattutto sulle tradizioni musicali e religiose dei suoi antenati africani. Il volume infatti percorre territori musicali già ampiamente battuti, questa volta analizzati da un punto di vista diverso, ponendo infatti una particolare attenzione al contesto socio-culturale afroamericano.

Ricordiamo inoltre che il libro, essendo un’auto-pubblicazione, non sarà distribuito nelle librerie. Quindi, per chi non avesse partecipato al crowdfunding e volesse acquistarlo potrà contattare direttamente Sara Bao attraverso i social oppure con email a: sara.bao.sb@gmail.com.