Posted on Nov 5, 2015

Giovedì 19 novembre 2015 – ore 21,30

Il Circolo Club Il Giardino, in collaborazione con A-Z Blues, ha il piaceredi presentarvi Faris Amine, artista Tuareg che ha collaborato con i Tinariwen e i Terakaft e che è recentemente uscito con il nuovo album “Mississippi to Sahara”.

Faris Amine è un musicista difficilmente etichettabile anche se le sue origini nel deserto del Sahara, grazie al sangue materno, e le collaborazioni coi principali musicisti maliani (dai Tinariwen ai Tartit e Terakaft) lo posizionano tra i musicisti Tuareg (di Mali e Algeria). Ma, nonostante la fierezza con la quale Faris rivendica le proprie origini, la sua musica è molto più vasta ed aperta, sempre alla ricerca di nuove emozioni e sensazioni che l’artista sa trasmettere al proprio pubblico, sia attraverso il suo ultimo prodotto discografico (quel “Mississippi To Sahara” che sta riscuotendo un enorme successo) che in versione live che lo vede impegnatissimo sia solo che in trio. La musica di Faris Amine è quella di una persona che ha viaggiato tanto nel mondo, assimilando le culture e i suoni dei paesi che lo hanno ospitato, siano essi il Mali, il Portogallo, la Francia o l’Italia. Le sue chitarre assorbono, come spugne, le melodie lavorate su di una moltitudine di accordature aperte, alcune della tradizione tuareg altre di sua invenzione. Parlare con lui e poi ascoltare la sua musica è come entrare in un nuovo universo musicale e bisogna lasciarsi trasportare nel suo blues (musica che ha sempre ascoltato e amato) – contaminato dalla world music – come in un incantesimo. Non a caso Faris è stato coinvolto nel progetto “The Fermi Paradox”, il nuovo album di David Rhodes (chitarrista di Peter Gabriel, Kate Bush e Paul McCartney) realizzato in collaborazione con il JPL della NASA e dove Faris interpreta un proprio brano. Anche Ben Harper ha voluto incontrare Faris su suggerimento di Taj Mahal, conquistato dal suo sono acustico, intimo e grondante di pathos che ti fanno pensare di essere in pieno deserto, attorno a un fuoco, a far passare il tempo raccontando storie di un popolo di tutto un mondo.

Per info e prenotazioni: Cell. 348 5358957