Johnny-MarsJohnny Mars: armonicista, cantante e compositore, una vera e propria leggenda del blues. Nato a Laurens, South Carolina, da genitori mezzadri, Johnny è cresciuto negli Stati del Sud, ricevendo la sua prima armonica all’età di 9 anni e venendo costretto a praticare il suo strumento seduto in macchina in cortile. A 14 anni, alla morte di sua madre, Johnny si trasferisce a New Paltz, Stato di New York, dove completa la sua formazione scolastica e forma la sua prima blues band nel 1957: i “Train Riders”.

Nel 1960 sale sul palco di Woodstock con uno dei primi gruppi psichedelici rock-blues della storia della musica afro-americana: i “Burning Bush”.

Nel decennio successivo ha registrato canzoni per casa discografica Mercury, tra cui ‘Deep in the Wilderness’ e suona in numerosi locali del Greenwich Village di NY, tra cui il Café Wha, dove apre il concerto a Jimi Hendrix.

Nel 1967 si trasferisce, a San Francisco e forma la Johhny Mars Band, condividendo il palco con Alice Cooper e Santana ed andando in tournée con ‘Magic Sam’, noto chitarrista e cantante di San Francisco.

In questo periodo inoltre ha modo di suonare con Earl Hooker, B.B. King e Jessie Fuller.

Nel 1972 Johnny si trasferisce in Inghilterra dove registra il suo primo album europeo “Blues from Mars” e negli anni seguenti suona con Larry Carlton (chitarrista jazz di fama mondiale), il cantante dei Deep Purple Ian Gillan, Spencer Davis, Michael Roach. Nel 1991 Johnny registra come solista in un album del popolare gruppo Banarama: i loro singoli “The Preacher Man”, “Megalomaniac” e “Long Train Running” salgono in testa alle classifiche discografiche e Johnny fa apparizioni televisive in tutta Europa e si esibisce nei loro video.

Nel 1993 incide il CD “Can you her me?” con la band italiana Big Fat Mama. Da allora continua ad esibirsi nei più importanti festival blues internazionali e da 15 anni insegna nelle scuole elementari in Inghilterra, entusiasmando le giovani generazioni.

Davide-Serini_Johnny-Mars-BandDavide Serini: Chitarrista dal groove e dal tocco travolgenti, ha uno stile personale che spazia dal texas blues al chicago style, passando dal soul, al funky , con sfumature rock ‘n roll. E’ stato 3 anni in tour con Johnny Mars – uno dei nomi più prestigiosi ed innovatori nel campo dell’armonica blues, originario del South Carolina – ed ha effettuato due tour europei con J. Monque Dee, altro “gigante” dell’armonica originario del Mississippi.

Con i Mama’s Pit, formazione fra le più importanti della scena Blues europea, accompagna ormai da anni la cantante “Proud” Mary Birch, con la quale ha calcato i palchi dei più importanti festivals nazionali ed europei: Poggio Murella Blues Festival, Lario Jazz & Blues Festival, Bordighera Jazz & Blues Festival, Tropea Blues Festival, Messina Notti Blues, Trasimeno Blues Festival, Roots Music & Blues Notes, San Severino Blues Festival, Varese Black & Blue Festival, Pistoia Blues Festival, Blues nel Borgo Festival. Nel corso della sua carriera ha avuto modo di esibirsi al fianco di artisti come Andy J.Forest, Fabio Treves, Paolo Bonfanti, Vic Vergeat ed ha aperto i concerti di K. Neal e B.B. King al Lario Jazz & Blues Festival. Nel 1996, inoltre, è apparso con la band Big Fat Mama sulla famosa rivista americana portavoce della Fender “Frontline” ed è stato dimostratore al D.I.S.M.A. per la prestigiosa marca produttrice di pick-up “Rio Grande”.

Andrea-Zanzottera_Johnny-Mars-BandAndrea Zanzottera: pianista, compositore e organista italiano.

Diplomato in pianoforte principale al conservatorio di Torino e in musica jazz al conservatorio di La Spezia col massimo dei voti, si specializza in jazz contemporaneo e

Chicago Blues, senza tralasciare escursioni anche in altri ambiti stilistici, spinto dalla sua innata curiosità.

Sul fronte compositivo, predilige un approccio tendente al molteplice, assorbendo nel suo linguaggio stimoli di provenienza disparata che sfociano nel lavoro discografico del quartetto a suo nome

‘Viaggio nelle Memorie Disponibili’.

Il disco raccoglie unanimi consensi presso un pubblico variegato ed il plauso incondizionato di eminenti figure del panorama musicale, quali Enrico Rava, il quale gli scrive lusinghiere note di copertina, Luciano Vanni, che gli dedica un articolo monografico sulla sua rivista di settore Jazzit, e Franco Caroni, ideatore di Siena Jazz, che lo invita a perseverare.

In attività dal 1982, ha occasione di suonare e registrare con nomi di caratura internazionale, quali il batterista dei Deep Purple, Ian Paice, i sassofonisti Charlie Mariano e Gianni Basso, il batterista Tullio De Piscopo, il virtuoso egiziano di oud Hassan Ramdy, la cantante Shawnn Monteiro.

Attento e sensibile anche ad altre forme di espressione artistica, si trova a collaborare in ambito teatrale con Werner Herzog, Emanuele Conte, Claudia Lawrence, Enrico Campanati, Pietro Fabbri.

Danilo-Parodi_Johnny-Mars-BandDanilo Parodi: bassista da molti anni nella scena Blues, fondatore dei Mama’s Pit, ha suonato nei piu’ importanti festival italiani ed europei, collaborato con grandi musicisti Blues ed ha all’attivo tre cd registrati assieme ai Mama’s Pit e la partecipazione a due cd/tributo a Jimi Hendrix in compagnia di musicisti fra i piu’ importanti della scena internazionale quali Robben Ford, Steve Lukather, Hiram Bullock, Larry Coryell. Collaboratore stabile del Teatro Garage, ha ideato lo spettacolo teatrale “Crossroads”, organizzatore di manifestazioni e concerti, direttore artistico per dieci anni della manifestazione Arenzano Jazz & Blues e Arena Blues che si svolge nel porto antico di Genova.

Mauro-Mura_Johnny-Mars-BandMauro Mura: Batterista della Big Fat Mama, considerato uno dei gruppi di punta della scena italiana e citata su libri, riviste specializzate e sull’enciclopedia della musica italiana curata da Renzo Arbore. Con loro incide tre LP: “Good Man Fellin’ Bad” (1987), “West of Where”, “Let us…live” (1989 dal vivo). Ha suonato nei principali club della penisola e nelle più importanti manifestazioni musicali: Milano Blues Festival, opening act per Johonny Winter ; sempre a Milano opening act per Pogues, Steve Ray Vaughan e Los Lobos; Rock Targato Italia trasmesso da Italia 1 ; Sanremo Blues trasmesso da RAI 1; aperture a importanti concerti tra i quali quelli di Screamin’ Jay Hawkins, Clifton Chenier Jr, Honeboy Edwards, Legendary Blues Band, Jimmy Rogers’. Da ricordare l’esibizione al “Courmayeur Blues Festival” accanto ad “Albert Collins and the Icebreakers”. Ha collaborato con importanti musicisti italiani (Paolo Bonfanti, Fabio Treves, Alessio Menconi) e stranieri tra i quali Louisiana Red, Eddie C. Campbell, Zora Young e Johnny Mars, con il quale incide nel 1993 il CD “Can you her me?” per la B&R Connection e partecipa alla tournèe europea promozionale del disco. Si esibisce in numerosi festival europei suonando al fianco, tra gli altri, di James Cotton, Magic Slim, Sherman Robertson, Little Willie Littlefield e partecipa al “Pistoia Blues Festival”, con Johnny Mars, accanto all’ex Led Zeppelin Robert Plant.